SPECIALE TERREMOTO/ Una bambola per sorridere

Succede che avevi girato mezzo mondo, eppure ancora ricordavi il carretto con cui da piccolo tua nonna  da Pizzoli ti portava all’Aquila durante l’estate per il mercato del lunedì.
Succede che avevi visto l’Aquila prima della Seconda Guerra Mondiale, la città  delle 99 chiese e delle 99 fontane. L’avevi vista distruggere e poi ricostruire.
Succede che avevi tastato con mano il dramma che celava quella perdita, e ben conoscevi la fatica alle spalle di quella ricostruzione.
Succede che nella vita facevi il giornalista ed hai raccontato al mondo l’America della Guerra Fredda, eppure non hai mai perso di vista l’interesse per quella terra abruzzese in cui hai trascorso i periodi estivi della tua infanzia.

John Cappelli aveva 82 anni. Ed a 82 anni ha assistito all’ennesima distruzione della provincia che aveva dato i natali a suo padre.
Ha seguito le vicissitudini dei primi giorni d’emergenza nell’Abruzzo gravemente colpito dal terremoto, con il senso d’impotenza che ha caratterizzato tutti noi, spettatori inabili di una tragedia prevedibile ma non evitabile.
E un desiderio, l’ultimo. Fare qualcosa di concreto per quella terra ferita dal di dentro. Voleva lasciare il segno, ma qualcosa che andasse al di là della carta stampata.
John Cappelli, il giornalista che ha firmato i suoi articoli sulle pagine di America Oggi fin dalla sua fondazione,  si è spento il 26 aprile.

E’ stata sua figlia, Cybele Sabina Cappelli ad avverare il desiderio del padre. E lo ha fatto attraverso un semplice gesto: donare una bambola ai bambini dell’Aquila.  Un modo per regalare un sorriso a coloro a cui il terremoto oltre alle case sta portando via un pezzo d’infanzia.
Durante la mattinata dello scorso 12 Giugno, una delegazione della Protezione Civile di Albano ha portato un sorriso  ai bambini che si trovavano nel tendone scuola  del COM2 in San Demetrio de’ Vestini.
Il Disaster Manager Mauro De Rossi e Romolo Olivieri, medico schierato in prima fila i primi giorni dell’emergenza, hanno consegnato agli alunni della scuola la bambola Molly, del marchio American Girl.
“Molly era una bambina vissuta durante la guerra. Anche lei, come voi, ha vissuto il dramma di perdere la propria casa. Molly è qui per portavi conforto, per giocare insieme a voi”:  questo il messaggio che Cybele Sabina  ha fatto arrivare ai suoi piccoli amici d’oltreoceano.

Le bambine della scuola hanno immediatamente circondato ed accerchiato la bambola,  bramose di vedere da vicino il regalo pervenuto da tanto lontano.  Ne ammiravano gli abitini, la sottoveste, la borsetta.  I maschietti invece erano rimasti un po’ distanti. Un pizzico di delusione sicuramente. Chissà avrebbero preferito una macchinetta, o un robot, oppure una Playstation 2. Poi però la bambola Molly ha conquistato anche loro. Due, in particolare, erano affascinati dal paio di occhiali che Molly teneva nella manina sinistra.
La mattinata è trascorsa velocemente,  con i volontari della Protezione Civile che raccontavano la storia della bambola Molly, ed i piccoli scolari che ascoltavano incuriositi e facevano domande di tutti i tipi.
Cybele Sabina Cappelli, che fa la bibliotecaria a New York, nel pacco regalo ha fatto anche alcuni libri da donare alla biblioteca della scuola di San Demetrio. Uno, in particolare, scritto in inglese narra la storia di Molly. Le maestre si sono impegnate  a farlo leggere e tradurre ai ragazzi delle classi più grandi.  Ai più piccini invece il compito di scrivere una lettera  a Cybele, per ringraziarla del regalo ricevuto, e per invitarla a visitare quei posti in cui, da piccolo, suo padre John prendeva il carretto per andare con la nonna al mercato dell’Aquila durante l’estate il  lunedì mattina…

Romina Vinci

Pubblicato il 5 Luglio 2009, su America Oggi

Disponibile su: http://www.oggi7.info/2009/07/08/2283-speciale-terremoto-abruzzo-memoria-una-bambola-sorridere

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...