Tutto inizia così – #nextstopbolivia LA STORIA

#ijf13 @harper Non c'è proprio nessuno. Foto di Pierluigi Grimaldi.

#ijf13 @harper Non c’è proprio nessuno. Foto di Pierluigi Grimaldi.

E’ partito tutto da Perugia, e da quel International Journalism Festival che inseguivo da ormai troppi anni.  Già, non ero mai riuscita ad organizzarmi per andare al Festival del Giornalismo,tra una cosa e l’altra. E’ stato Pierluigi, questa volta, a farmi infrangere questo non glorioso tabù.

Certo,non è stata propriamente una passeggiata: la sveglia è suonata alle 5.30, treno da Frosinone un’ora dopo. Rientro con il treno delle 23.15, che ha magicamente collezionato mezz’ora di ritardo, facendomi arrivare a casa non prima dell’1.30 di notte. Ma mai una giornata così piena è stata più bella.

A bordo della Mini  Pierluigi, Stefania ed io arriviamo a Perugia intorno alle 11. E via, in un incessante susseguirsi di eventi,  presentazioni, convegni e workshop che ci inghiottono fino al pomeriggio inoltrato.

Siamo stanchi, mettiamo al vaglio la possibilità di rimetterci in macchina, del resto bisogna tornare a Roma, piove, e poi io ho la coincidenza con il treno per Frosinone.

Pierluigi dà un’occhiata al programma. “Eh no caspita! Alle 19 c’è la presentazione di Andrea Marinelli, non ce la possiamo perdere!” esclama con convinzione.

“E chi è Andrea Marinelli?”, rispondo io pensando di avanzare la più logica delle domande.

“Ma come? Non lo conosci? E’ il giornalista che grazie al crowdfunding è riuscito a seguire la campagna elettorale di Romney girando tutti gli Stati Uniti, di divano in divano!”

946703_10151345695287084_782388261_n

Il tavolo dei relatori – Francesco Costa, Andrea Marinelli, Serena Danna #ijf2013

Non indugiamo oltre, ed eccoci, fare il nostro ingresso trionfanti all’Hotel Brufani.  La sala è gremita di persone, i posti son tutti occupati, c’è molto accalcamento.  Ma noi siamo stanchi e cosi ci spingiamo,dinanzi a tutti, per poi metterci seduti a terra, appoggiati al muro, alla sinistra del tavolo dei relatori.  Ho davanti a me la telecamera con il suo operatore, fatico a vedere Andrea, ma mi nutro delle sue parole cosi come non avveniva da troppo tempo.   Andrea racconta la sua avventura, come se non avesse fatto nulla di speciale. La platea tutta è inghiottita dai suoi racconti, ma lui continua ad essere il ragazzo della porta accanto, che si diverte narrando aneddoti che i più considerano eccezionali.

Ogni tanto mi faccio forza sugli avambracci, allungo il collo per vedere Andrea: mi colpisce la luce che ha negli occhi, e quell’umiltà che appartiene solo a chi è riuscito a fare di un sogno una scelta di vita.

Dura un’ora la sua presentazione, ma il tempo vola ed al termine è  un susseguirsi di domande senza fine.

In macchina, mentre rientriamo e la pioggia battente ci obbliga a rallentare, siamo estasiati. Continuiamo a commentare gli episodi salienti della giornata, Pigi ripete che ha fretta di rientrare a casa per poter mandare una mail a Marinelli, del resto non avevamo fatto in tempo neanche a stringergli la mano per complimentarci.

Io sprizzo gioia ed entusiasmo da tutte le parti, per quella grinta ritrovata che sento crescermi dentro con una forza impressionante.

Andrea Marinelli ha raggiunto l'Oceano Pacifico nel suo #coast2coast

Andrea Marinelli ha raggiunto l’Oceano Pacifico nel suo #coast2coast

Era da marzo che coltivavo l’idea di partire, quest’estate, per un lungo viaggio. Avevo scelto come meta il Brasile, ed ero entrata già in contatto con una piccola associazione che opera vicino San Paolo. Ma era un progetto che sentivo non appartenermi completamente… avevo un non so che, dentro, che mi spingeva a temporeggiare… forse non era quella la strada giusta da compiere?

“Ma scusa, perché non fai anche tu come Andrea Marinelli?” , esclama  Stefania guardandomi dallo specchietto retrovisore.  Rimango in silenzio,a pensare, ma forse dentro di me ho già dato la risposta.

continua…

IL MIO PROGETTO: http://www.kapipal.com/bc06e19c6e6c49108ad29de0b407b0d9

#nextstopbolivia  LA  STORIA – Tutte le puntate

2° PUNTATA – …Perché la Bolivia  https://rominavinci.wordpress.com/2013/06/19/perche-la-bolivia-nextstopbolivia-la-storia/

6 thoughts on “Tutto inizia così – #nextstopbolivia LA STORIA

  1. Pingback: #nextstopbolivia si parte! – I nomi dei sostenitori | ROMINAVINCI, IL BLOG

  2. Pingback: Come nasce il video – #nextstopbolivia LA STORIA | ROMINAVINCI, IL BLOG

  3. Pingback: Perché la Bolivia? – #nextstopbolivia LA STORIA | ROMINAVINCI, IL BLOG

  4. Pingback: L’arte di chiedere – #nextstopbolivia | ROMINAVINCI, IL BLOG

  5. Pingback: La campagna continua – #nextstopbolivia | ROMINAVINCI, IL BLOG

  6. Pingback: Qualche sassolino nella scarpa #nextstopbolivia | ROMINAVINCI, IL BLOG

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...