Habemus biglietto! – #nextstopbolivia

Finalmente lo posso dire: HABEMUS BIGLIETTO!

 

Viaggio ROMINA

Eh già, perché gli ultimi sette giorni sono stati tutt’altro che una passeggiata, ed io che lunedì scorso pensavo di avere il volo tra le mani…altroché! Ho passato la settimana infatti tra file alla Posta, chiamate al servizio clienti PayPal, fitta corrispondenza di mail con un tal Silvio di Edreams, trasferimenti e conferme varie ed eventuali.. un incubo dal quale mi sono svegliata solo stamani, quando – finalmente – la prenotazione è andata a buon fine! Fortuna che il prezzo del volo non è aumentato come temevo (1.746 € ma del resto, come mi ha fatto notare mia sorella: “Chi ci va in Bolivia ad Agosto?”).

Foto di Huascar Fiorletta

Foto di Huascar Fiorletta

 

Ad ogni modo, come potrete vedere dallo screenshot che vi allego, il viaggio non è niente male! Parto sabato 3 Agosto, di buon mattino (forse è più corretto dire all’alba), arrivo a Lima alle 18.05 e, per la prima sera, mi ospiterà Mario! Sono contenta: il mio Cicerone virtuale diventerà reale! Eh già, se continuo così penso che dovrò proporre di dedicare un isoletta a Mario, altro che Isla del Sol, noi vogliamo Isla de Mario! (n.d.r. per chi ha perso le puntate precedenti Mario Magarò è un giornalista freelance che ha vissuto due anni in Bolivia, ora si trova in Perù, ma si è offerto di aiutarmi nell’organizzazione del mio viaggio).

Domenica 4 ho previsto un mini tour di Lima e poi, in serata, prenderò il volo per La Paz (meno di due ore complessive, una passeggiata direi!)

A La Paz conto di fermarmi una settimana, forse anche più, e si è offerta di ospitarmi Mage, la mamma di Huascar (n.d.r. sempre se siete i soliti ritardatari, Huascar è un ragazzo del mio paese, che frequentava il mio stesso liceo e che oggi vive a New York. Huascar è un bravissimo fotografo, ed in questa fase di “preparazione” proporrò sul blog i suoi scatti, è un modo per ringraziarlo, e per iniziare ad addentrarci in questa nuova realtà… ).

Foto di Huascar Fiorletta

Foto di Huascar Fiorletta

Tolta la prima tappa dunque, e tolta l’ultima, Montero (dove mi ospiteranno le missionarie amiche di Lucia), il resto del viaggio sarà caratterizzato da una nuova parola chiave: Couchsurfing.

E’ un social network a tutti gli effetti, in cui le persone cercano / o offrono ospitalità, a costo zero. Lo sto scoprendo giorno dopo giorno, ed è veramente una miniera d’oro.

All’inizio, lo ammetto, quest’idea mi affascinava ma ero un po’ spaventata. Frequentando il portale però  ho tolto ogni dubbio. Perché ogni profilo oltre ad una dettagliata descrizione  ha la sezione feedback, e questo è un ottimo campanello di sicurezza.

Ad Oruro ad esempio ho chiesto ospitalità a Juan Carlos, lui fa couchsurfing dal 2007, ha ospitato più di 140 persone. I commenti son tutti positivi. Mi ha lasciato con il Quizas (forse) non sa ancora se sarà in città quando arriverò io, ma se c’è mi ospita e si fa anche intervistare. Lo devo risentire tra un paio di settimane.

Poi da Cochabamba mi ha contattato Ramiro e sua moglie, sono volontari in un’associazione, Red Tinku che opera nella periferia della città, mi possono ospitare nella loro struttura e portarmi in giro, perfetto! Senza dimenticare poi che a Cochabamba mi ha offerto ospitalità anche Darìa per l’associazione Rete Radié Resch (contatto di Antonio ed Eliana). Direi che devo dividere per bene i giorni così da riuscire a fare il massimo delle cose.

Mi ha contattato anche Carlos, sempre da Cocha. Ho visto però che nel suo profilo ha solo due feedback negativi. Ma non perché abbia fatto chissà cosa, è solo che le due persone che doveva ospitare non si son presentate a casa sua, e da quello che ho intuito lui le ha insultate per mail, e loro hanno detto che è un cafone. Io mi son ben guardata da scatenare simili reazioni, l’ho ringraziato e gli ho detto che ho già chi mi ospita in quei giorni, ma se riesco magari ci vedremo un pomeriggio per un cafecito. E chissà se magari il mio sarà il primo feedback positivo per Carlos!

Poi da La Paz mi ha scritto Edson. Dice che non può ospitarmi ma, se voglio, mi farà da Cicerone qualche giorno, perché a lui piace far vedere i luoghi in cui è nato a chi viene da fuori, e poi vorrebbe praticare l’inglese. L’ho ringraziato e gli ho detto che probabilmente lo chiamerò, ma per la lingua con me casca male, io vado in Bolivia con l’intenzione di parlare SOLO spagnolo! Ad ogni modo siamo arrivati ad un compromesso: lui mi scrive in inglese ed io gli rispondo in spagnolo, si può fare!

Per Potosì poi ho inviato la richiesta a Pedro, è un ex minatore, padre e nonno. Ho visto che ha già ospitato un tipo, australiano, e gli ha fatto fare il tour delle miniere, se replicasse anche con me sarebbe il top!

Al momento mi restano scoperti un paio di giorni a Sucre (ma forse anche qui mi può aiutare Lucia con i suoi contatti), ed altrettanti ad Uyuni, però direi che il più è fatto, e posso stare tranquilla!

 

Cholitas - Foto di Huascar Fiorletta

Cholitas – Foto di Huascar Fiorletta

Insomma, oggi come oggi non posso che trasmettervi il mio entusiasmo a proposito del couchsurfing, perché mi sta aprendo ad un nuovo modo di vedere e di pensare, e finalmente mi sembra finalment di riconoscere un mondo senza frontiere.

Mi son promessa che, qualora riuscissi a tornare a vivere a Roma e a mantenermi in un appartamento tutto mio (doppia utopia…)senza dubbio offrirei ospitalità!

Vi consiglio di provarlo, iscrivetevi (www.couchsurfing.org) e – messaggio rivolto soprattutto ai colleghi – se in questo periodo vi trovate a disporre di un forzato tempo libero, provate ad investirlo incontrando questi viaggiatori andanti! Vi arricchirete! Ad esempio qualche giorno fa mi ha scritto un ragazzo, Jan, che viene dal Cairo e si tratterrà a Roma per un po’ di tempo, chiedendomi se potevo accompagnarlo in giro. Io ho dovuto declinare l’invito per motivi di tempo ma – ad esempio – non potrebbe essere interessante ascoltare il suo parere e discutere con lui in merito a quanto sta accadendo in Egitto?
Voglio salutarvi con un piccolo aneddoto.

Sabato ero  in spiaggia ed ho incontrato un vecchio amico. Ci vediamo in media una volta l’anno (due o tre quando la sorte è particolarmente clemente), solitamente sul bagnasciuga. Ci siamo messi a chiacchierare ed il tempo è volato, al punto che il soleo iniziava ad abbassarsi per raggiungere il mare. Mi ha chiesto della Bolivia, del libro su Haiti, della vita al “paese”, e mi ha svelato notizie shock sulla spiaggia libera in cui mi reco da quasi 15 anni. Qui è spuntata infatti una bandiera dei pirati, ed è il segno di riconoscimento della malavita locale. Pensa un po’,ero nella tana del lupo senza saperlo!

Lui intanto è diventato avvocato, vuole i matrimoni gay perché così aumenteranno le cause di divorzio(ma è contro i figli però!),  e mi ha detto che vuole comprare la gestione di una pompa di benzina, “Perché tanto non fallirà mai!” …è davvero perspicace!
Mi ha chiesto se mi fossi fidanzata in quest’ultimo anno, io gli ho risposto scherzando che no, non lo sono, è che è più facile per me raccogliere  2 mila euro, in un mese, senza far niente, piuttosto che trovare chi mi si prende! Anche perché, l’avere la valigia sempre pronta non aiuta da questo punto di vista. Ci siamo messi a ridere, e lui mi ha detto che sbaglio a pensarla così, e che devo puntare su quelli più grandi, che magari hanno già un matrimonio alle spalle, perché accetteranno senza dubbio una donna libertina che di tanto in tanto se ne va e non li opprime. Io gli ho risposto che al momento punto su di me, e basta e avanza.

Llamitas - Foto di Huascar Fiorletta

Llamitas – Foto di Huascar Fiorletta

Grazie di cuore a tutti,

Romina

One thought on “Habemus biglietto! – #nextstopbolivia

  1. Pingback: #nextstopbolivia si parte! – I nomi dei sostenitori | ROMINAVINCI, IL BLOG

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...